Venezia

Ponte dei Sospiri

Romantico o lugubre? A seconda di come (e con chi) lo guardate, il Ponte dei Sospiri a Venezia vi apparirà molto diverso. Ma è sempre straordinario!
Cerca Hotel, B&B e Case vacanze

Il Ponte dei Sospiri a Venezia è lo scrigno elegante di una storia dolorosa. Diventato celebre come luogo romanticissimo, scelto da trepidanti fidanzati come location da sogno per fare la proposta di matrimonio alla propria amata, questo piccolo ponte dalla grande fama è uno dei malintesi di maggior successo al mondo.

Il frainteso è ormai noto: i sospiri che hanno dato il nome al ponte non sono quelli degli innamorati che si scambiano promesse d’amore, bensì quello delle persone condannate dal temibilissimo tribunale della Serenissima che attraverso questo ponte venivano condotti nelle loro celle… celle da cui, gli infelici carcerati lo sapevano, non sarebbero mai usciti.

Non è nemmeno difficile comprendere come si sia creato questo frainteso. La raffinata architettura del ponte e la bellezza del contesto in cui è inserito rende impossibile immaginare che dietro la sua elegante facciata barocca si nascondano ambienti bui e insalubri. È una vista incantevole sia quando baciato dai raggi del sole si colora di una graziosa tinta crema, sia nelle giornate grigie quando la pietra sembra diventare color ghiaccio.

In questo gioiello architettonico si materializza la doppia anima di Venezia, da un lato romantica ed aggraziata dall’altro gotica e misteriosa. Un’altra attrazione da non perdere in una città dalle innumerevoli meraviglie.

Com’è fatto il Ponte dei Sospiri

Il Ponte dei Sospiri è un ponte pensile che unisce due edifici. L’esterno è sfarzoso ed elegante: costruito in stile barocco con pietra d’Istria, è riccamente ornato con sculture, decorazioni (tra cui una raffigurante la Giustizia) e lo stemma del Doge. È interamente chiuso, pertanto dall’esterno è impossibile comprendere la struttura interna del ponte.

All’interno il ponte è costituito da due stretti corridoi, paralleli ma non comunicanti tra loro, studiati per impedire le fughe dei detenuti.

Le uniche aperture verso l’esterno sono due minuscole finestrelle decorate, o forse dovremmo dire protette, con una trama traforata. Attraverso le finestrelle è possibile vedere da un lato la laguna veneta con l’isola di San Giorgio, dall’altro il lato posteriore di Palazzo Ducale e il Ponte della Canonica.

Storia del Ponte dei Sospiri

Originariamente le prigioni della Serenissima si trovavano all’interno di Palazzo Ducale: erano piccole, opprimenti e malsane. A metà del Cinquecento venne proposta la costruzione di spostare le prigioni in un edificio unicamente destinato a questa funzione.

Le Prigioni Nuove (vennero costruite di fronte a Palazzo Ducale, sulla riva opposta del Rio di Palazzo. Il Ponte dei Sospiri fu costruito come conseguenza di questa scelta, allo scopo di collegare le prigioni alle sale della magistratura situate all’interno di Palazzo Ducale: questo permetteva di trasferire i colpevoli subito dopo la sentenza. Il Ponte dei Sospiri continuò a esercitare questa triste funzione di “traghetto verso il carcere” per secoli.

Autore del progetto fu l’architetto Antonio Contin, nipote di un altro Antonio autore di un celebre ponte di Venezia (Da Ponte, a cui si deve il disegno del Ponte di Rialto).

L’amore non è escluso dalle vicende storiche di questa costruzione: compare sia nella versione seducente e smaliziata di Giacomo Casanova, che fu il più celebre detenuto delle prigioni di Venezia, sia in quella romantica all’inglese di Lord Byron, il poeta a cui pare si debba il nome con cui è diventato famoso il ponte.

In tempi moderni il Ponte dei Sospiri è stato usato come location per numerosi film e spot pubblicitari, tra cui la commedia romantica anni Settanta “Una piccola storia d’amore”.

Informazioni pratiche per visitare il Ponte dei Sospiri

Il Ponte dei Sospiri merita di essere visto dall’esterno e dall’interno: le due esperienze sono completamente diverse.

Il modo più semplice per ammirarlo dall’esterno consiste nel raggiungere a piedi il Ponte della Paglia: venendo da Piazza San Marco basta girare a sinistra all’angolo di Palazzo Ducale. Una volta saliti i primi gradini del Ponte della Paglia date le spalle alla laguna e vedrete di fronte a voi il Ponte dei Sospiri in tutta la sua bellezza.

Questa è la romantica vista che lo ha reso famoso in tutto il mondo come luogo da innamorati: incantevole e gratuita, senza bisogno di biglietti d’ingresso e code, disponibile 24 ore su 24, 365 giorni all’anno (anche in caso di maltempo).

Un altro punto di osservazione, più piccolo ma in genere meno affollato, si ha dal Ponte della Canonica: da qui potrete ammirare il lato opposto rispetto a quello più celebre.

Il modo più romantico per ammirare il ponte dei Sospiri dall’esterno è partecipare ad un tour in gondola. Quasi sempre il percorso dei tour in gondola comprende questa zona, ma per evitare delusioni chiedete conferma al gondoliere prima di pagare o se prenotate un tour online leggete bene l’itinerario.

Per vedere l’interno del Ponte dei Sospiri è necessario visitare Palazzo Ducale: il normale percorso di visita comprende anche il ponte, mentre per accedere ad alcune aree delle prigioni, ad esempio la Sala della Tortura e la Stanza delle Inquisizioni, è necessario partecipare alle visite guidate con itinerari speciali (in questo caso è richiesta la prenotazione).

Il biglietto d’ingresso a Palazzo Ducale è abbastanza costoso, in più le code sono solitamente molto lunghe, pertanto valutate l’acquisto di una card turistica che offra sconti su musei e monumenti. Se siete disposti a spendere un po’ di più val la pena prenotare una visita guidata in compagnia di un esperto in storia e arte: c’è davvero tanto da scoprire su questo luogo che non rimpiangerete i soldi spesi, in più i tour in genere evitano le file!

Si accede al Ponte dei Sospiri dalla Sala del Magistrato alle Leggi. Tramite una piccola scala in discesa entrerete in uno stretto corridoio: farete fatica a rendervi conto che quello spazio angusto e buio è l’interno del romantico ponte che avete ammirato dall’esterno.

Prendetevi il tempo di dare un’occhiata al panorama che si intravede dalle decorazione traforate delle finestrelle e provate a immaginare lo stato d’animo dei condannati che guardavano quello stessa vista sapendo di non poter mai più uscire all’aria aperta.

Attraversato il ponte si entra nelle Prigioni Nuove e da lì potrete tornare al ponte: questa volta lo attraverserete percorrendo un altro corridoio che vi riporta a Palazzo Ducale, nella Sala dei Censori.

Come raggiungere il Ponte dei Sospiri

Il Ponte dei Sospiri raggiunge a piedi in un minuto da Piazza San Marco, in 10 minuti dal Ponte di Rialto e in circa mezz’ora dalla stazione ferroviaria.

La fermata vaporetto più vicina è quella di San Marco – San Zaccaria, servita da tutte le linee principali (anche in orario notturno).

Informazioni utili

Indirizzo

P.za San Marco, 1, 30124 Venezia VE, Italia

Contatti

TEL: +39 041 271 5911
Sito ufficiale

Dove si trova

Il Ponte dei Sospiri si trova a due passi da Piazza San Marco e unisce due palazzi situati sulle due sponde di Rio di Palazzo, uno stretto canale che segna il confine tra il sestiere (quartiere) di San Marco e quello di Castello.

Alloggi Ponte dei Sospiri
Cerchi un alloggio in zona Ponte dei Sospiri?
Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Ponte dei Sospiri
Mostrami i prezzi

Come risparmiare su trasporti e biglietti d'ingresso

Pensate appositamente per chi vuole visitare , le City Card permettono di risparmiare sui mezzi pubblici e sugli ingressi delle principali attrazioni turistiche.

Venice City Pass con Palazzo Ducale e trasporti pubblici
Venice City Pass con Palazzo Ducale e trasporti pubblici
Scopri le attrazioni di Venezia al ritmo che più ti aggrada con un pass per le città a 24, 48 o 72 ore e accedi a tutti i principali musei della città, con la possibilità di aggiungere i costi di trasporto. Cavalca i taxi d'acqua dei canali della città per andare dall'attrazione all'attrazione.
Acquista da 55,00 €

Attrazioni nei dintorni